raccolta fondi_2.jpg

Raccolta fondi "Veneto in ginocchio" - NOV/DEC 2018

Anche il Veneto Club Melbourne è mobilitato per sostenere la raccolta fondi "VENETO IN GINOCCHIO" che andrà ad aiutare i territori veneti duramente colpiti dal maltempo dello scorso fine ottobre.


La campagna, promossa in loco dalla Federazione delle Associazioni Venete del Victoria, del quale il Club stesso fa parte, vede impegnate tutte le Associazioni storiche locali che stanno promuovendo la raccolta fondi all'interno delle rispettive attività sociali per i mesi di novembre e dicembre. 
Nei suoi prossimi eventi, quindi, il Veneto Club darà la possibilità di contribuire all'iniziativa con offerte libere.

Confidiamo nell'aiuto e nel sostegno di tutti nostri soci e della comunità veneta locale in generale per poter dare un segnale concreto ai nostri corregionali in questo momento di bisogno. 

La somma totale che verrà raccolta sarà poi depositata, con la supervisione dei Presidenti delle Associazioni, nel conto corrente specifico indicato dal governo della Regione del Veneto.

Maggiori informazioni presso la FAV Victoria favvictoria@gmail.com o direttamente presso il Veneto Club.

veento in gonocchio.jpg


"Veneto in ginocchio" Fundraising - NOV/DEC 2018

The Veneto Club joins forces to support the fund-raising campaign “VENETO IN GINOCCHIO”, an initiative launched by the Veneto Region to help the people and the areas badly affected by extreme weather last October. Torrential rains and landslides caused millions of dollars in damage.

The campaign, promoted by the Federazione delle Associazioni Venete (FAV) Victoria, has been endorsed by the local Associations that are already collecting funds during their events in November and December.
The Veneto Club will promote the fund-raising throughout December at the main events.

With the help and support of all our members and the local Veneto community, we can show the strong attachment we have to the Veneto Region and its people when they need it the most.


Under the supervision of all Associations Presidents, the sum that will be collected will be transferred on the special bank account opened by the Veneto Regional council.

More information through FAV Victoria favvictoria@gmail.com or at the Veneto Club directly.


Consulta e Meeting dei Veneti nel Mondo 2018 

A Padova, presso Palazzo Santo Stefano, dal 4 al 6 Ottobre si sono riuniti i Consultori per discutere i temi all’ordine del giorno del Piano Triennale 2019/2021 e del Piano Annuale 2019 come previsto dalla L.R. 9 gennaio 2003 n. 2 “Nuove norme a favore dei veneti nel mondo ed agevolazioni per il loro rientro”.

In parallelo anche i Delegati del Coordinamento Giovani Veneti e Giovani Oriundi Veneti residenti all’estero hanno elaborato le loro proposte rispetto all'associazionismo delle nuove generazioni dei discendenti veneti nel mondo.

Per le nostre Comunita' Venete locali dell'Australia erano presenti Fabio Sandona' (Consultore FAV Vic. e Vicepresidente Veneto Club Melbourne) con Davide Gottardello (Giovane FAV Vic. e Presidente dei Padovani del Mondo Melbourne) e Ivana Catherine Smaniotto (Consultore FAV Nsw.) con Luciana Tosolini (Giovane FAV Nsw.). 

Maggior conoscenza della realtà dell’emigrazione veneta nel mondo, legami più saldi tra le associazioni presenti in 18 Paesi anche attraverso la rete dei social, un database sulla storia dell’emigrazione veneta che aiuti la ricerca genealogica, l’insegnamento della storia dei veneti nel mondo nelle scuole venete ma anche scambi culturali, corsi di formazione, master universitari, borse di studio e premi di laurea per i giovani oriundi, sostegno al rientro dai Paesi oggi in crisi e aiuti per visite culturale e turismo sociale per gli over 65 che non hanno ancora visitato la loro terra d’origine: sono le proposte che la Consulta dei veneti nel mondo e il coordinamento dei giovani oriundi veneti, al termine degli ‘stati generali’ dell’emigrazione veneta nel mondo hanno consegnato alla Giunta e al Consiglio regionale del Veneto per il prossimo piano triennale delle politiche e delle iniziative per emigranti ed ex emigranti.

“Il documento che Consulta e coordinamento dei giovani ci hanno consegnato, in rappresentanza dell’’altro Veneto’ che vive all’estero – dichiara l’assessore ai flussi migratori della regione Veneto, Manuela Lanzarin, Presidente della Consulta dei veneti nel mondo – mette a fuoco i capisaldi delle relazioni tra il Veneto di oggi e i suoi discendenti nel mondo: associazionismo, circolarità dei cervelli ed emigrazione giovanile, attenzione per quei paesi, come il Venezuela, dove la grave crisi economica sta inducendo flussi di ritorno. Dal 2019 al 2021 la Regione metterà a disposizione 450 mila euro del proprio bilancio per finanziare queste iniziative, alle quali si aggiungeranno progetti di cooperazione internazionale sanitaria

per i paesi in crisi dell’America latina. In particolare, i rappresentanti dei 126 circoli e delle 13 federazioni e comitati dei veneti presenti nei diversi continenti sostengono e si impegnano a rafforzare anche con il proprio contributo l’intesa raggiunta con l’Ufficio scolastico regionale del Veneto per l’insegnamento della storia dell’emigrazione veneta nelle scuole di ogni ordine e grado”.

Una storia che non è più quella degli emigranti con la valigia di cartone, ma è diventata negli ultimi anni ‘circolarità di cervelli’, storia di eccellenze imprenditoriali e lavorative nel mondo, e ricerca da parte di quasi 10 mila giovani veneti ogni anno di opportunità e di nuovi sbocchi professionali all’estero. “Chiediamo attenzione per il valore aggiunto che l’emigrazione veneta continua ad esprimere nel mondo”, è l’appello del Vicepresidente della Consulta, Luciano Alban.

“Oggi non si emigra più per guerra o per fame, ma per sete di conoscenze e per trovare nuova occupazione. Ai giovani veneti che intendono andare all’estero il nostro associazionismo intende offrire una rete di contatti, opportunità ed esperienze, attraverso il portale comitatogiovaniveneti.org e la sua Pagina Facebook @comitatogiovani.venetiallestero" sintetizza Fabio Pizzighello, Coordinatore dei giovani veneti e dei giovani oriundi veneti all’estero.

Sostegni ai giovani e collegamenti tra atenei veneti, enti di formazione e il ricco e variegato mondo dell’emigrazione veneta sono una delle nuove dimensioni delle relazioni tra il Veneto e i suoi discendenti - ha sottolineato Aldo Rozzi Marin, Presidente dell’Associazione Veneti nel mondo, a nome delle 8 associazioni locali che danno rappresentanza agli ex emigranti di ritorno – che il Veneto e le comunità dei veneti nel mondo intendono valorizzare. 

Con oltre 3,2 milioni di emigrati registrati tra Otto e Novecento (prima regione d’Italia nelle classifiche degli espatri) e quasi 5 milioni di veneti e oriundi veneti residenti all’estero, il Veneto mantiene solidi legami istituzionali con i discendenti dell’”epopea” migratoria, anche attraverso la riunione periodica degli ‘stati generali’ degli emigrati e degli oriundi. “Una specificità della nostra regione”, ha fatto notare il consigliere regionale Luciano Sandonà. “Che testimonia il senso di appartenenza dei veneti nel mondo – gli ha fatto eco l’assessore Lanzarin – come dimostra il documento finale degli ‘stati generali’ dell’”altro Veneto”.

Di forte rilevanza Istituzionale e' stato infine l'incontro che i Delegati hanno avuto con parte della Giunta Regionale presso l'Aula consiliare di palazzo Ferro-Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto dov'erano presenti il Presidente Roberto Ciambetti, il Presidente della Sesta Commissione Alberto Villanova, l'Assessore Giuseppe Pan e il Sindaco di Cittadella, Luca Pierobon. 

Ciambetti, con il suo messaggio ha cementato sempre piu' le relazioni tra la Regione e le nostre comunita' venete nel mondo dimostrandosi ancora una volta alquanto sensibile al settore: “Fuori dal Veneto esiste un altro Veneto, fatto di persone che si riconoscono nei nostri valori e che li hanno esportati, in primis la cultura del lavoro. Il legame con i nostri corregionali all’estero può produrre positive ricadute anche di tipo economico”.

La nostra Comunita’ Veneta locale del Victoria infine, forte sopratutto di una struttura unica nel suo genere come quella del Veneto Club Melbourne, si e’ riproposta nuovamente per accogliere quanto prima possibile i Rappresentanti Regionali del settore per rinvigorire i rapporti con il nostro Veneto e promuovere rinnovate sinergie e progettualita’.


 

Veneto Club Melbourne 2018/2019 Board of Directors - June 28, 2018

On 24th June 2018, the new Veneto Club Melbourne Board of Directors were elected, and for this 2018/2019 year consists of:

President: Louis Crema born in Melbourne (AUS) – family originated from Giavera del Montello (TV-ITA)

Vice President: Eugenio Brazzale born in Melbourne (AUS) – family originated from Calvene and Lugo di Vicenza (VI-ITA)

Vice President: Fabio Sandona’ born in Thiene (VI-ITA) and relocated to Australia from Caltrano (VI-ITA)

Secretary: Frank Freschi born in Bavaria, suburb of the council of Nervesa della Battaglia (TV-ITA)

Treasurer: Dino de Bortoli born in Melbourne (AUS) – family originated from Lorenzaga, suburb of the council of Motta di Livenza (TV-ITA)

Committee member: Paola Girardi born in Cusignana, suburb of the council of Giavera del Montello (TV-ITA)

Committee member: Sara Bavato born in Camposampiero (PD-ITA) and relocated to Australia from Piombino Dese (PD-ITA)

Committee member: Sonya Velo Johnstone born in Melbourne (AUS) – family originated from Paderno del Grappa and Cornuda (TV-ITA)

Committee member: Renzo Sgarbossa born in Melbourne (AUS) – family originated from Galliera Veneta (PD-ITA)

C.d.a-Veneto-Club-Melbourne-18-19-da-sinistra-CremaBrazzaleSandonaFreschiDe-BortoliGirardiBavatoVelo-JohnstoneSgarbossa-1-1024x768.jpg

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 2018-2019 L-R - Louis Crema (Presidente) Eugene Brazzale (Vice Presidente) Fabio Sandoná (Vice Presidente) Frank Freschi (Segretario) Dino De Bortoli (Tesoriere) Poala Girardi (Consigliera)  Sara Bavato (Consigliera) Sonya Velo Johnstone (Consigliera) Renzo Sgarbossa (Consigliera)

 

President's Dinner - June 25, 2018

1 orig.jpg
 

At the presence of the Italian Consul General Pierluigi Trombetta, Mayor of Manningham Andrew Conlon and Councilor Michelle Kleinert, the President’s Gala Dinner 2018 was the perfect opportunity to pay respect to the past figures who had the vision and worked hard in order to create a community hub as the Veneto Club is today.

In particular, four “pioneers” that were part of the first Veneto Club committee were recognized with a special certificate signed by the President of the Veneto Region Luca Zaia and the Minister of the regional council Manuela Lanzarin.

Mario Bonis, Floriano Marchesin, Giovanni Scomparin and Angelo Silvestrini are those four people from that original committee that are still here with us today.

Despite difficulties of all sorts, they pursued what could have seemed an unachievable dream but was a need for hundreds of families, the need of a place to call home away from home.

Mario Bonis (originally from Arcade) was committee member and president for a total of 12 years and served as a volunteer for another 15 years.

Marchesin (originally from Trevigliano) was secretary for ten years.

Giovanni Scomparin, from Treviso, was committee member and vice president for about 5 years and he continued to be an active player within the Italian community.

Silvestrini (originally from Povegliano) was a committee member for eight years.

The certificates were presented by representative of the Federazione delle Associazioni Venete  – President  Andrea Bettio and Secretary Ketti Pezzin – Fabio Sandonà, Consultore, and Louis Crema. Within FAV, Louis Crema thanked Andrea Bettio and Luigi Bacchin, respectively former presidents of Trevisani nel mondo and Padovani nel mondo of Melbourne, for their tireless work and passion to the local Veneto Community.

Throughout the night, many other people were recognized for their work and support to the club: the Ladies Auxiliary – Josie Faggion, Dorina Di Marzo, Eufrasia Castriotta e Imelda Del Negro – who fundraised of 13,000 dollars for the club; Emilio Colla from the Bocce sub-committee who presented a cheque of 5000 dollars; Celio Stocco for his voluntary work of many years; Pat Saladino, former chairman of the FCBL; Tony Squillacioti, who recently retired from his position of Commercial Manager; Naomi Varrato who has left vacant her position of committee member.

A special mention went also to Frank Gazzola for being awarded the Medal of the Order of Australia.

Pres Dinnner 1.jpg
Pres Dinnner 2.jpg
Pres Dinner 3.jpg
 

La Grande Guerra - JUNE 25, 2018

LGG_Website.jpg

On Sunday 27th May, The Veneto Club hosted a special once only performance to commemorate one hundred years of La Grande Guerra.

The show is a creation of Donald Furlano from Torino (Italia) – a collection of original war songs that were composed depicting the struggles of the Italian soldiers during World War One which ultimately shaped our cultural heritage, and Veneto spirit. The battles of Isonzo, Asiago, Vittorio Veneto, Piave and Gorizia were all fought in the “back yard” of north eastern Italy – areas that the Veneto Club represents.

We had a great turnout with over 500 guests who attended the event including the Italian Consul General Pierluigi Trombetta, Comites President Francesco Pascalis and many other representatives of the broader Italian community.

The Men’s Choir, which was specifically created for this performance, consisted of 40 people (23 Veneto Club members), many of whom have never sang in a choir before. Directed by Maestro Canil and accompanied by Bensi Band, the choir performed poignant songs from WWI, while Federico Martin and Alberto Del Duca interpreted respectively the parts of the authorities and the soldiers who fought WWI.

In the basketball court original items from the battles theatres in the Veneto and Friuli Regions were displayed, thanks to the Alpini Museum of McLeod, alongside a photographic exhibition curated by Laura Mecca.

A big thank you and congratulations to the performers who made this special event a day to remember! Thank you also to all volunteers and guests who attended.

To commemorate this special event, the Veneto Club has created DVD’s of the La Grande Guerra performance and is offering them for sale at $15 each.

To purchase a copy of our La Grande Guerra DVD, please contact reception: T. 9850 7111 | E. reception@venetoclub.com

Choir Members:
Bruno Alberto, Emilio Antonello, Andrea Bettio, Sergio Dal Pozzo, Angelo De Grandis, Luciano Faggion, Riccardo Meneguzzi, Pasquale Marinelli, Francesco Menis, Tarcisio Meneghetti, Lorenzo Michielin, Raimondo Michielin, Paul Michielin, Gabriele Parpinello, Roberto Pamio, Elio Rigoni, George Rizzi, Antonio Rossi, Sergio Savio, Amedeo Sgarbossa, Giuseppe Stramandinoli, Bruno Vittadello, Aldo Zanatta, Robert Babuin, Maurizio Borgobello, Tiziano Cislaghi, Ettorino Cococcia, Peter Farley, Quintino Malaspina, Camillo Ferraro, Joe Miot, Peter Paul, Mario Pianezze, Dario Storgato, Ferruccio Tonelli, Mario Vespa, Pat Verrocchi, Tony Yacono

Bensi Band:
Andrea Simionato, Aaron Bensi, David Bonfa, Tieran Kimber, Joe Coluccio, King-Wei Khoi, Gordon Sellar, Chris Jewell, Renato Vecchies, Mark Simionato, Max Preston

 

Female Friendly Facilities - June 15, 2018

Female Facilities.png

The Veneto Club made an application to the Stronger Communities Programme for a grant to renovate two change rooms to accommodate the growing number of girls/women playing sport at the Veneto Club.

With the support of our local Federal MP – Kevin Andrews we were successful in obtaining a grant of $15,000.

The renovation started early April and was completed on 10 June. The attached photo shows Kevin Andrews inspecting the newly completed female friendly change rooms.

The Veneto Club thanks Kevin Andrews for supporting a project to better accommodate our female athletes.

The Veneto Club also thanks Louis Crema & Crema Constructions for the generous contribution to the project and contractor Problem Solving Plumbing who did a great job with the plumbing and fit out of the change rooms.